Close

ottobre 5, 2018

Siamo ripartiti

Anzi, sono partito, per rispetto verso me stesso devo scrivere al singolare! Lo dico con orgoglio, considerando che ho fatto tutto da solo e anche con la giusta onestà intelletutale considerato che… appunto, ho fatto tutto da solo!!!

Ok, non ho creato chissà che cosa. Di sicuro qesto sito web non sarà fenomenale, per un profesisonista. Le indicizzazioni immagino che saranno un po’ deboli e chissà cos’altro. Come tutti quanti noi che non andiamo più a scuola, abbiamo imparato, spesso a nostre spese, che le cose non si misurano mai in base all’impegno, ma in base al risultato. Quindi, come tutte le cose, anche questo sito web non è esente da questa regola. Ho fatto una cosa che non è mia, nel senso che volevo una cosa sul web che si chiamasse www.filipposecciani.com , ma la sua costruzione non fa parte delle mie competenze, non è quello che volevo fare. Forse dovevo stare fermo non fare nulla. Forse dovevo rivolgermi a un professionista, come la mia indole mi impone in tutti i settori. Io sono un tipo che se mi piace una cosa se non posso avere il meglio non la vorrei fare, ma non sempre è possibile. Come per esempio l’automobile che mi piace non me la posso permettere, ne ho comprata una e la tengo a oltranza e la riparo quando si rompe, perchè tanto una Ferrari, una Lamborghini o qualcosa di questo genere, non me la posso permettere e tutto il resto per me è tutto uguale! Ecco che scopri a che serve il denaro: a non fare quello che ti piace!

In fotografia di certo non ho l’attrezzatura migliore del mondo. Si dovrebbe avere una Leica quando si fanno reportage e street, una Phase One per ritratti e tutto quello che gravita intorno alla fotografia di studio, ma anche in questo settore, quello che vorrei è nettamente fuori dal mio budget. Quindi mi arrangio con quello che di meglio mi posso permettere, cercando di produrre il migliore risultato possibile con ciò che ho. Quindi, dopo aver capito a che servono i soldi, si può anche capire a che serve l’impegno: anche se non ho ne Lamborghini, ne Leica, ne una preparazione da programmatore, in giro ci vado ugualmente, le foto le faccio bene (e spero piacciano) e il sito c’è, con buona pace di tutti.